Pubblicato 04. Mar, 2019 in Donne, News

Dal 2015 la Segreteria Nazionale ed il Coordinamento Nazionale Donne, hanno scelto di dedicare la giornata dell’8 marzo al tema della Violenza contro le Donne; nella convinzione che possa essere un passo nella giusta direzione per contrastare una piaga sociale purtroppo ancora troppo attuale.

Un segno concreto che si aggiunge all’impegno costante per la tutela dei diritti delle lavoratrici del settore, a proposito del quale ricordiamo in particolare la sottoscrizione tra ABI ed OO.SS., il 12 febbraio u.s., dopo un lungo confronto, della “Dichiarazione congiunta in materia di violenze di genere e molestie nei luoghi di lavoro”, una problematica che, a dire il vero, non riguarda esclusivamente le donne, ma che le vede coinvolte in misura esponenziale. In occasione della sottoscrizione è stata anche colta l’opportunità di prevedere un innalzamento da 3 a 4 mesi del periodo di congedo previsto per le donne vittime di violenza ai sensi del d.lgs. 15 giugno 2015 , n.80.

Siamo consapevoli che negli anni a livello territoriale si sono sviluppate molteplici iniziative sul contrasto alla Violenza contro le Donne, spesso n concomitanza con l’8 marzo, per questa ragione non volendo sovrapporci ad altre iniziative sui territori, non avvieremo una nuova campagna diretta di raccolta fondi, rivolgendo, tuttavia, un invito alle strutture che lo riterranno opportuno, affinché proseguano autonomamente nel percorso avviato, compatibilmente con le loro disponibilità economiche e/o con altre iniziative.

Per chi volesse continuare a sostenere D.i.Re – Donne in Rete Contro la Violenza , associazione nazionale che, da anni, opera per il rafforzamento dei Centri Antiviolenza o uno dei suoi centri sul territorio, segnaliamo per tutti i riferimenti il sito internet dell’associazione http://www.direcontrolaviolenza.it/.

Informiamo inoltre, che in occasione della ricorrenza è stata predisposta l’edizione 2019 della pubblicazione sulle regole che tutelano la Maternità e la Paternita aggiornata con le previsioni dell’ultima legge di Bilancio; inviamo copia in allegato, unitamente ad una lettera per le colleghe predisposta dal Coordinamento Donne, segnalando che la pubblicazione sarà comunque resa disponibile sul sito Fabi.