Pubblicato 07. Giu, 2018 in News

Ieri a Roma si è svolto il primo incontro del Comitato Direttivo Centrale FABI dopo il XXI Congresso Nazionale di marzo. Si è così completata la squadra che guiderà l’Organizzazione per i prossimi quattro anni.

Sono stati eletti i Coordinatori dei Gruppi Bancari, dei Dipartimenti e dei Coordinamenti Nazionali. Ma il Comitato Direttivo Centrale, organo decisionale della FABI, ha iniziato anche a confrontarsi sulla situazione generale, specie alla luce della richiesta da parte di ABI di prorogare la scadenza del Contratto Nazionale.

Sul sito nazionale Fabi il resoconto dell’importante riunione e la presa di posizione del  Segretario Generale Lando Maria Sileoni contro la proroga del CCNL: “una richiesta che, come abbiamo pubblicamente dichiarato, è inaccettabile per un motivo molto chiaro: le banche hanno da poco chiuso le trimestrali in utile. Più volte, sia ABI che sindacati, hanno manifestato l’intenzione di avviare un confronto per il rinnovo contrattuale, anche in considerazione delle profonde e crescenti trasformazioni sia dello scenario complessivo che di quello che più strettamente riguarda le banche – ha detto Sileoni -. Le banche hanno bisogno di cambiare il proprio modello di business e, quindi, di riorganizzarsi. Noi riteniamo non accettabile firmare proroghe al buio”.