Iscriviti

Articles in Category: notizie

CHIEDILO AI BANCARI

 

Per il secondo anno consecutivo, la Federazione autonoma bancari italiani è in campo per promuovere la conoscenza e la competenza dei cittadini in marteria di risparmio, investimenti e pagamenti. L’iniziativa è stata ufficialmente inserita tra quelle del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. Da martedì 1 ottobre parte «Chiedilo ai bancari»: una serie di video informativi su temi di attualità per illustrare alcune novità regolatorie e soprattutto per ricordare che le lavoratrici e i lavoratori bancari sono sempre a disposizione della clientela per spiegare e chiarire qualsiasi dubbio. Sileoni: «Col prossimo contratto nazionale vogliamo tutelare le lavoratrici e i lavoratori bancari oltre che la clientela»

 

 

Sileoni: senza CCNL i lavoratori scenderanno in piazza

Qui è possibile leggere la lunga intervista rilasciata dal segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, al quotidiano Mf Milano finanza in edicola oggi. Senza peli sulla lingua, Sileoni spiega cosa sta realmente accadendo al tavolo Abi e nei gruppi bancari, svelando retroscena, manovre, giochi di potere e intrighi di palazzo. Sotto i riflettori politica, banchieri e autorità di vigilanza.

Rinnovo CCNL: le dichiarazione della Fabi riprese dai quotidiani

Ieri è ripresa la trattativa sul rinnovo del CCNL, sui quotidiani è disponibile il resoconto della riunione di ieri con il Casl dell’Abi. Duro l’intervento di Lando Maria Sileoni, Segretario Generale della Fabi, le sue dichiarazioni sono state riprese dai quotidiani nazionali, da tutte le agenzie di stampa e da Repubblica.it, Ilmessaggero.it, Ilfoglio.it, Affaritaliani.it, IlsecoloXIX.it

Sul sito nazionale Fabi è possibile leggere la rassegna stampa.

XAUSA ELETTO NEL COMITATO DIRETTIVO DI OCF

Giuliano Xausa, presidente di Assonova Fabi, entra nel comitato direttivo dell'Ocf (Organismo di vigilanza e tenuta dell'albo unico dei consulenti finanziari). La nomina è stata decisa ieri dall'assemblea dell'Ocf - di cui è socia Assonova - che ha eletto il nuovo comitato direttivo, confermando alla presidenza Carla Rabitti Bedogni.

 

Assonova è un'organizzazione nata nel 2013 su iniziativa della Fabi, è l’associazione che rappresenta i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Sono associati ad Assonova circa 6.000 consulenti finanziari.

«Finalmente entriamo a far parte di un organismo importantissimo per la tutela del risparmio delle famiglie e delle imprese italiane. Per Assonova, quello di oggi è dunque un successo e anche il completamento di un percorso durato diversi anni. Apprezziamo il lavoro svolto fin d’ora e ribadiamo il nostro sostegno alla presidente Bedogni, che abbiamo appoggiato sin dall’inizio. Si apre, adesso, una nuova fase per l’Ocf, con un comitato direttivo allargato e di cui fanno parte i rappresentanti di tutta la platea della consulenza finanziaria. Assonova assicurerà il massimo impegno per la tutela del risparmio, anche affrontando il tema delle politiche commerciali, peraltro oggetto di un accordo che riguarda i lavoratori dipendenti delle banche» commenta il presidente di Assonova Fabi, Giuliano Xausa.

 

Sul sito nazionale un approfondimento.

 

Presidio Ubi oggi a Milano

 

Si è svolto oggi a Milano presso la sede di UBI Banca in Corso Europa 20 un presidio contro le annunciate esternalizzazioni. 

“Oggi 100 persone, domani?” si chiedono i lavoratori di UBI durante la mobilitazione che li ha visti coinvolti a Milano, e anche a Bergamo, Brescia, Cuneo, Pesaro, Jesi, Bari e Chieti.

La protesta, infatti, è stata organizzata contro l’esternalizzazione di un centinaio di persone alle società Accenture Service e BCube.

 

 

 

PROTESTA DEI SINDACATI CONTRO LE ESTERNALIZZAZIONI UBI BANCA

 

Venerdì 13 settembre le organizzazioni sindacali preparano iniziative nelle otto piazze colpite dalle cessioni

Mobilitazione con presidi e assemblee, venerdì 13 settembre, della Fabi e delle altre organizzazioni sindacali del gruppo Ubi Banca contro le esternalizzazioni deliberate dal gruppo. A Milano sarà dalle ore 8 alle ore 10 davanti la sede di Ubi Banca in Corso Europa 20.

Si terranno, infatti, iniziative per manifestare contemporaneamente nelle piazze colpite dalle cessioni: Bergamo, Brescia, Bari, Cuneo, Chieti, Pesaro, Jesi e Milano. All’iniziativa si stanno aggiungendo altre città dove la questione esternalizzazioni è particolarmente sentita.

 “Le organizzazioni sindacali del gruppo Ubi stanno organizzando un’importante iniziativa su tutte le otto piazze coinvolte dalla delibera di esternalizzazione” ha commentato il coordinatore Fabi gruppo Ubi Banca, Paolo Citterio “si tratta di un segnale forte e chiaro che parte dai lavoratori del gruppo preoccupati per le strategie aziendali. Deliberare un’esternalizzazione proprio in questo momento di rinnovo del contratto nazionale, nel quale la tenuta dell’area contrattuale è l’obiettivo principale, merita una risposta immediata.”

UNICREDIT: SILEONI (FABI), MUSTIER GIÙ LA MASCHERA

UNICREDIT: SILEONI (FABI), MUSTIER GIÙ LA MASCHERA, SERVE UN IMPEGNO SERIO CHE GRUPPO RESTI A BARICENTRO ITALIANO 

Roma, 7 agosto 2019. «Per la prima volta siamo d’accordo con Jean Pierre Mustier, quando afferma che ogni anno nel gruppo Unicredit c’è un turn over naturale di 2.500 naturali uscite di personale: vuol dire che dai futuri tagli inseriti nel piano industriale andranno sottratte proprio le uscite con turn over. Fino a oggi non è stato così. In ogni caso, siccome è ospite nel territorio italiano, Mustier deve prendersi un impegno serio con i lavoratori, con la clientela e con le forze politiche che Unicredit rimarrà a baricentro italiano. Inoltre, il signor Mustier parla di “speculazioni”, ma dovrebbe avere ben chiaro che i veri speculatori sono quelli che non ci mettono la faccia, manovrano da dietro, ma finanziano le varie operazioni di aumento di capitale. Le vere speculazioni sono i barbari tagli del personale per arrivare a utili e dividendi importanti per gli azionisti. Il fondo esuberi di settore è una conquista sindacale del 1999 e, a quell'epoca, Mustier non gestiva il gruppo Unicredit. Le uscite di personale “socialmente responsabili” sono una conquista del sindacato unitario. In Europa il 70 per cento degli oltre 400.000 posti di lavoro in meno sono licenziamenti. Ci dica Mustier se in Europa il gruppo Unicredit licenzierà». Lo afferma il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, commentando la relazione semestrale del gruppo Unicredit e le dichiarazioni dell’amministratore delegato, Jean Pierre Mustier.

Unicredit: Fabi pronta a manifestare a Parigi

Roma, 31 luglio 2019.

"Siamo pronti ad andare a manifestare in Francia sotto l'Eliseo, a Parigi. Se l'amministratore delegato di Unicredit, il francese Jean Pierre Mustier, andrà avanti con il piano industriale da 10.000 esuberi, porteremo il caso direttamente all'attenzione del presidente della Repubblica di Francia, Emmanuel Macron." 

Lo ha annunciato il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, nel corso di un videoforum sul Sole24Ore.com.

I lavoratori di DoBank in piazza

Il Sab di Milano a sostegno dei lavoratori di DoBank che questa mattina sono scesi in piazza In tutta Italia per manifestare e richiedere la stabilizzazione dei lavoratori precari, mantenimento dell’area contrattuale e dei livelli occupazionali. Immagini del presidio di Piazza Cordusio a Milano.

Rischio usura per imprese e famiglie con la svendita NPL

L’allarme Fabi sui pericoli derivanti dalle massicce cessioni di sofferenze e crediti deteriorati da parte delle banche: fenomeno che vale 360 miliardi di euro e riguarda oltre 1,2 milioni di soggetti, sia cittadini sia aziende. Il segretario generale Sileoni: «Ignorati gli aspetti sociali legati alle operazioni finanziarie attuate per far quadrare i bilanci, ora il governo deve intervenire a stretto giro con una legge ad hoc»

 

Menu
I nostri servizi
FABI Milano

Sindacato Autonomo Bancari di Milano e Provincia