Iscriviti
  •  Definite le date del 125° Consiglio Nazionale Fabi  che si terrà a Milano.

    Definite le date del 125° Consiglio Nazionale Fabi che si terrà a Milano.

  • SENZA CCNL I BANCARI SCENDERANNO IN PIAZZA

    SENZA CCNL I BANCARI SCENDERANNO IN PIAZZA

    In questa lunga intervista a Mf Sileoni spiega cosa sta realmente accadendo al tavolo Abi sul rinnovo del CCNL.

    Maggiori informazioni

  • IL 13 SETTEMBRE PROTESTA DEI SINDACATI CONTRO LE ESTERNALIZZAZIONI UBI BANCA

    IL 13 SETTEMBRE PROTESTA DEI SINDACATI CONTRO LE ESTERNALIZZAZIONI UBI BANCA

    Mobilitazione con presidi e assemblee, venerdì 13 settembre, della Fabi e delle altre organizzazioni sindacali del gruppo Ubi Banca contro le esternalizzazioni deliberate dal gruppo.

    Maggiori informazioni

  • Guarda l'intervento su RAI 3 del segretario nazionale Giuseppe Milazzo

    Guarda l'intervento su RAI 3 del segretario nazionale Giuseppe Milazzo

    Guarda l'intervento di Giuseppe Milazzo su RAI 3 al tg regionale Lombardia in data 21/08/2019 dove parla del delle prossime azioni della FABI in ambito di contratto nazionale.

    Maggiori informazioni

Da oltre 60 anni
con i lavoratori del credito

La Federazione Autonoma Bancari Italiani è oggi il sindacato più rappresentativo del settore del credito in Italia

Ultime news

SILEONI: "SI VA VERSO LA ROTTURA SUL CONTRATTO*

 

Roma, 19 ottobre 2019 comunicato stampa

 

“Si va verso la rottura del negoziato per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro dei bancari. Il 25 ottobre, quando riprenderemo le trattative, voleranno stracci sedie e tavoli e poi faremo i nomi. Due rappresentanti di due importanti istituti di credito, uno italiano e uno francese, durante il comitato esecutivo Abi del 16 ottobre, hanno puntato i piedi su argomenti di grande importanza sociale e contrattuale. Uno, quello del gruppo francese, pretende più tagli di personale invocando anche i licenziamenti e ha assunto una rigida posizione di chiusura di fronte agli aumenti economici richiesti dai sindacati (200 euro medi) per i 288.000 lavoratori del settore. L’altro, quello italiano, si lamenta di pagare troppo per il Fondo per l’occupazione giovanile per il quale è previsto un versamento pari al 4% della retribuzione. Versamento che, a suo giudizio, sarebbe iniquo e troppo oneroso per le fasce di stipendio più alte, ritenendo il Fondo persino inutile. Il Fondo è stato istituito col contratto nazionale del 2012, ha garantito 20.550 assunzioni di under 35 in 7 anni, è finanziato dal contributo economico di tutti i lavoratori, dirigenti compresi. Attualmente giacciono 147 milioni di euro sul Fondo e dovranno servire per garantire nuova occupazione. In un momento così delicato per il settore, l’atteggiamento stupido, incoerente e sfacciato di alcuni rappresentanti dell’esecutivo Abi corre il serio rischio di far saltare tutto per aria. C’è qualcuno, all’interno di Abi, che vuole la rottura con il sindacato e soprattutto vuole mettere in difficoltà il lavoro portato avanti fin qui con serietà dal presidente del Casl Abi, Salvatore Poloni. Il 25 ottobre ci aspettiamo risposte anche per il ripristino dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori nel settore. E, in assenza di risposte concrete, bloccheremo tutte le trattative nei gruppi, scenderemo in piazza a Milano in 40.000 e mobiliteremo la categoria con scioperi a oltranza interessando e sensibilizzando tutte le forze politiche oltre che le associazioni dei consumatori”. Lo dichiara il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni.

Definite le date del 125° Consiglio Nazionale Fabi che si terrà a Milano

 

Sono state già rese note le date del 125° Consiglio Nazionale Fabi che si terrà a Milano dal 4 al 6 dicembre, una prima parte del programma è stata già definita:

 

4 dicembre:

Inizio lavori 13.30 con la relazione introduttiva della segreteria nazionale per conto del Comitato direttivo centrale. A seguire (14.30) intervento del segretario generale Lando Mario Sileoni.
Ore 15.00 prima tavola rotonda su “Lavoro, politica e finanza: tre strade parallele?”.
Ore 16.10 seconda tavola rotonda “Lavoro e finanza in Europa e il ruolo delle future, possibili aggregazioni!”.
Ore 17.10 terza tavola rotonda con la partecipazione dei segretari generali dei sindacati del credito e del presidente del Comitato sindacale Abi.
Ore 18.10 quarta tavola rotonda “Il valore del contratto: rapporto fra contrattazione di primo e secondo livello” con i responsabili delle relazioni sindacali dei gruppi bancari.

 


Il 5 dicembre

Alle 9.30 quinta tavola rotonda con tema “Banche di credito cooperativo e contratto nazionale in un settore in netta trasformazione” coi responsabili delle relazioni sindacali dei tre gruppi bancari e i nostri coordinatori Fabi.
Alle 10.45 del 5 dicembre iniziano gli interventi dei delegati Fabi.

 

Il programma definitivo coi nomi degli ospiti dell’evento sarà diffuso entro il 15 novembre. 

Sileoni: Piano Industriale Bim è macelleria sociale

Il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, commenta l’avvio della procedura sul piano industriale della Banca Intermobiliare che prevede 140 esuberi su 423 dipendenti, la chiusura di 9 filiali su 23, mancati rinnovi di contratti a tempo determinato, l’accentramento a Milano di alcune funzioni con conseguente trasferimento di lavoratori dalla sede di Torino, la trasformazione volontaria del personale commerciale in consulenti finanziari senza contratto di lavoro subordinato.

 

 

CHIEDILO AI BANCARI

 

Per il secondo anno consecutivo, la Federazione autonoma bancari italiani è in campo per promuovere la conoscenza e la competenza dei cittadini in marteria di risparmio, investimenti e pagamenti. L’iniziativa è stata ufficialmente inserita tra quelle del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. Da martedì 1 ottobre parte «Chiedilo ai bancari»: una serie di video informativi su temi di attualità per illustrare alcune novità regolatorie e soprattutto per ricordare che le lavoratrici e i lavoratori bancari sono sempre a disposizione della clientela per spiegare e chiarire qualsiasi dubbio. Sileoni: «Col prossimo contratto nazionale vogliamo tutelare le lavoratrici e i lavoratori bancari oltre che la clientela»

 

 

Le nostre convenzioni

Oltre a tutti i servizi FABI Milano è in grado di fornire ai propri iscritti un alto numero di convenzioni in tutti gli ambiti di interesse.

Oltre

300

convenzioni

CAAF - 730

Richiedi direttamente online il tuo appuntamento oppure scopri come ottenere il tuo 730 in pochi semplici passaggi.

Le nostre banche

Ecco l'elenco delle banche dove siamo presenti, se vuoi informazioni o essere contattato da un nostro rappresentante sindacale clicca sul logo della tua banca.

{{ bank.name }}
Menu
I nostri servizi
FABI Milano

Sindacato Autonomo Bancari di Milano e Provincia